Benvenuti Cittadini,

Passo dopo passo attraverso questo facile vademecum potrete trovare le informazioni necessarie e specifiche per le elezioni amministrative che si terranno in quasi il 50% dei Comuni Italiani.

logo-portale-candidati

IL PORTALE DEI CANDIDATI

In linea con la nuova c.d “Spazzacorrotti”!

Introduzione

L’approcciarsi di un grosso turno di Elezioni Comunali nell’anno 2019 – unitamente alle elezioni europee e a quelle, in vari momenti dell’anno, per alcune importanti Regioni – costituisce un momento importante per la vita democratica del Paese e, in particolare, del mattone fondamentale dell’architettura democratica italiana: il Comune.

Questo vorrà dire mettere alla prova gli uffici elettorali di tanti enti locali – per i quali risulta fondamentale un testo come l’ormai storico “Manuale” elettorale Gaspari (“Elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale”, di Cecchini I., Pasquini A. e Russomanno P., aggiornato nella sua ultima edizione a tutte le più recenti previsioni di leggi e alla giurisprudenza in materia elettorale) – ma comporterà anche l’emergere, come accade ad ogni tornata, di un insieme di energie e di persone che intendono proporsi per la guida della propria comunità locale.

Le liste civiche, sia nei Comuni con popolazione inferiore a 15.000 abitanti che in enti con popolazione superiore, ma anche forze politiche maggiormente strutturate si trovano a dover affrontare un procedimento costituito da un insieme di adempimenti burocratici concatenati e complessi, cadenzati in maniera molto precisa e rigida da norme e prassi che si sono costituite nel tempo.

Questa guida, dal contenuto prettamente operativo, vuole pertanto essere una sorta di “manuale di sopravvivenza” per aspiranti amministratori, che guidi le forze politiche a una corretta gestione della candidatura e fornisca alcuni rudimenti in materia di elezione del Sindaco e del Consiglio comunale.

Non sarà pertanto questo il luogo per una precisa disamina teorica del procedimento elettorale, ma piuttosto per fornire una “scatola degli attrezzi” necessaria a non vedere le speranze dei candidati frustrate da qualche intoppo procedurale.

D’altra parte, nella “messa laica” rappresentata dal procedimento elettorale, chi aspira a governare la propria comunità può individuare un primo elemento che potrà guidare la propria futura esperienza amministrativa – che sia di maggioranza o di minoranza – al servizio della comunità locale: la forma è anche sostanza.

Questa guida è ovviamente solo un estratto operativo delle indicazioni contenute nelle “Istruzioni per la presentazione e l’ammissione delle candidature” che il Ministero dell’Interno ha rilasciato a marzo 2019 (Pubblicazione n. 1/2019).

Le istruzioni ministeriali hanno risentito di modifiche rilevanti sia relative specificamente al tema elettorale (legge “Spazzacorrotti” e in particolare le previsioni note come “Elezioni Trasparenti”) sia a livello generale (in particolare per quanto riguarda la “privacy”).

Pertanto, nel rinviare al proprio Comune per eventuali aggiornamenti e informazioni – che saranno forniti sicuramente con completezza e aggiornamento (specie se il Comune ha tra i suoi strumenti il Memoweb e la cartella elettorale Gaspari…) – si ritiene comunque che quanto verrà detto possa rappresentare una buona base di partenza per evitare di “perdersi” nel percorso elettorale.