LA PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE

Comuni “grandi” e “piccoli”: Cosa Cambia?

Una prima consapevolezza che chi intende candidarsi alle elezioni amministrative deve avere è relativa alle dimensioni del proprio comune. Spesso, all’interno degli adempimenti relativi alle elezioni, vi sono infatti cospicue differenze basate sulla fascia di popolazione cui appartiene il Comune.

Gran parte di tali differenze risiede nella profonda diversificazione prevista tra i Comuni con popolazione inferiore ai 15.000 abitanti e quelli con popolazione superiore (dato considerato all’ultimo censimento) ma, come vedremo, vi sono anche adempimenti che si diversificano sulla base di altre soglie.

Nel corso di questa breve guida troveremo pertanto necessità leggermente diverse per candidati in enti differenti, o solo applicabili a comuni di una certa dimensione demografica. Per la primaria diversificazione, quella sulla legge elettorale, si richiama il T.U.E.L. (D.Lgs. 267/2000), vera e propria “Bibbia” dell’ente locale, ed in particolare gli articoli che vanno dal 71 al 73 (Capo III).